Restauro facciate Palazzo del Quirinale

Roma, 1981

Il progetto prevede il restauro filologico e la valorizzazione delle facciate del Palazzo del Quirinale. La situazione si presentava critica dal punto di vista del primo strato superficiale e quindi l’intonaco; il primo approccio è stato di intervenire mediante un intervento di consolidamento degli intonaci e di integrazione cromatica. Per la stesura dell’intonaco l’obiettivo principale è quello di lasciare inalterata la lettura delle parti architettoniche nella loro totalitĂ , il tutto nel pieno rispetto dell’originaria epoca barocca. Il restauro delle facciate ha, infatti, ripristinato l’antica tinteggiatura del palazzo, recuperato da un attento studio delle stampe e delle riproduzioni d’epoca. Gli infissi di legno che erano stati aggiunti all’inizio del secolo, sono stati sostituiti; in quanto si trattava di persiane non funzionali, mal ridotte e in netto contrasto con le immagini d’epoca del prospetto. I lavori di restauro hanno interessato anche i travertini e gli stucchi che decorano l’edificio.